È davvero solo un naso?

Tixi's

naso

Si dice che il mattino ha l’oro in bocca ma – potrebbe aggiungere qualcuno – è privo del naso. Già, perché a Kovalev, protagonista di uno dei più noti Racconti di Pietroburgo di Nikolaj Gogol’, il risveglio riserva una bizzarra quanto amara sorpresa, uno spiacevole inconveniente che rischia di compromettere il suo cursus honorum verso le alte cariche dello Stato Russo. Cosa c’entra l’organo olfattivo di costui con le sue ambizioni politiche? C’entra, eccome se c’entra! Anzi, il naso – ma, considerando la vicenda, è meglio chiamarlo Il Naso – irrompe di prepotenza nella storia e assurge al ruolo di coprotagonista, una specie di alter ego di Kovalev, e porterà parecchio scompiglio nella vita di quest’ultimo, sempre normata e scandita da abitudini consolidate.

Il racconto è un trittico, cioè si compone di tre parti, ciascuna con ambientazioni diverse e personaggi che si avvicendano sulla scena – come gli atti di…

View original post 994 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...